Posts Tagged ‘Permacultura’

Microorganismi & Bicipompa


Ed eccoci nel pieno del nostro secondo anno che come si sapeva è il peggiore da affrontare.
Avevo visto alcuni orti sinergici durante il loro famigerato “secondo anno” ma viverlo in prima persona è ben altra cosa… diciamo che saperlo prima comunque aiuta 😉
C’è da portar pazienza: ripristinare la fertilità del suolo non è una cosa immediata o da poco. Soprattutto in questo momento serve perseverare. Bisogna continuare a seminare e trapiantar piantine, aiutandosi magari con l’inoculo nei bancali di microorganismi efficaci. Così, per la prima volta in vita mia sono andato nei boschi a caccia di … microorganismi! Accompagnato dal permacultore Marco Pianalto in un’ora abbiamo riempito 3 sacchi, e poi via in orto a preparare il miscuglio necessario per riprodurre questi microorganismi (in un bidone chiuso, processo anaerobico). Tra 30 giorni saranno pronti per essere diffusi nei bancali dove elaborareranno il materiale organico portando maggiore nutrimento.
Come sempre quindi “avanti tutta” anche se per quest’anno non accettiamo più adesioni, l’orto produrrà meno quindi basterà giusto per chi ha già aderito a inizio stagione e per gli operatori.

E mentre nel bidone il processo di fermentazione continua, da alcuni giorni nell’orto ha preso forma uno strano marchingegno.
Si tratta di una bici-pompa, o una ciclopompa se preferite. E’ un’idea semplice, quasi una banalità, eppure non ne avevo mai viste in vita mia. Partita come una “pazza idea”, ha preso forma e ora funziona a pieno regime in orto, grazie anche all’aiuto di svariate persone che hanno messo a disposizione competenze, tempo e materiali.
E’ molto più performante di quello che mi aspettavo: in un ora si pescano dalla risorgiva circa 2.000 litri d’acqua!
E il bello è che per costruirla ci siamo pure divertiti. ^^ Qui sotto un video che ne illustra il funzionamento:

Domenica 21 luglio saremo alla Festa Natura al Bosco d’Acqua di Villaverla
Venerdì 26 non possiamo mancare all’incontro TRANSITION TALK a Santorso, mentre
Domenica 28 in orto faremo un corso introduttivo all’Agricoltura Sinergica

Orto Sinergico: il sogno e il progetto


Questo video è dedicato a:

  • Tutti coloro che hanno sacrificato un po’ del loro tempo (o denaro) per aiutarci a realizzare l’orto sinergico cittadino di Vicenza
  • Antonio De Falco che ha lavorato alla diffusione di questa tecnica agricola in Italia
  • A tutti i possessori di orti sinergici sempre disponibili a scambiare consigli e sementi
  • A Masanobu Fukuoka ed Emilia Hazelip per le loro intuizioni e sperimentazioni

Siamo ben consapevoli di essere solo all’inizio, tuttavia speriamo possa servire da stimolo affinchè partano altri “sogni” simili in altri comuni. E’ un sentiero che dovremo percorrere anche per liberare noi stessi e la terra dai pesticidi e fertilizzanti (che per troppo tempo hanno avvelenato i nostri piatti).  E’ ora di riguadagnare quella perduta “sovranità alimentare”, svincolandoci dalla grande distribuzione ed aumentando al contempo la nostra resilienza.
Questo vuol rappresentare giusto un altro pezzetto nel grande puzzle della transizione.

(Grazie Michele Rossi per il montaggio del video)

Calendario corsi 2013

Il corso sarà teorico e pratico: prepareremo insieme dei bancali sinergici. Vedremo tutte le fasi, dal terreno “nudo” al bancale finito con impianto d’irrigazione e piantine trapiantate. Verranno fornite le tabelle delle consociazioni favorevoli tra i vari ortaggi, la lista dei repellenti naturali e scopriremo le proprietà delle varie piante che andremo a mettere nel bancale.
I vantaggi di un orto sinergico si traducono in maggiore salute della “filiera” terreno–>pianta–>verdura
meno lavoro per il contadino, minori spese di gestione, minor impatto ambientale. E’ la tecnica ideale per i piccoli orti di casa o per tanti orti cittadini che potrebbero nascere creando maggiore occupazione e maggior benessere.

CALENDARIO CORSI 2013


LUGLIO

Sabato 6 – Domenica 7
Sabato 13 – Domenica 14
Sabato 27 – Domenica 28

AGOSTO
Sabato 3 – Domenica 4
Sabato 31 – Domenica 1 Sett.

SETTEMBRE
Sabato 7 – Domenica 8
Sabato 28 – Domenica 29

OTTOBRE
Da definire

ORARI
Sabato (teoria): dalle 14:00 alle 18.00
Domenica (pratica): dalle 9.00 alle 18.00

COSTO
50€ a persona
(ev. pizza esclusa, sconti o compensazioni per disoccupati/cassaintegrati)

PRANZO DI DOMENICA
Pranzo condiviso (oppure un metro di pizza a Creazzo)

COSA PORTARE
Si prega di portare vestiario comodo, un cappello, abbondanti liquidi, tanto entusiasmo e, se ne avete, vanghe, zappe, badili e rastrelli.

METEO e VARIE
Il calendario è ovviamente passibile di modifiche, attendiamo l’avvallo di Madre Natura (e le sue nuvole).
In caso di tempo incerto tenete d’occhio la pagina Facebook per comunicazioni in tempo reale.
Il corso si terrà al raggiungimento del numero minimo di partecipanti, se si è in pochi potrebbe esserci l’opportunità di condensare il tutto nella sola giornata di domenica.

COME ADERIRE?
Per aderire basta compilare il modulo online

Per ulteriori informazioni, spedite una mail al solito indirizzo: orto.cittadino@gmail.com
Ci vediamo in orto!

Sperimentando Sinergie

Questi ultimi giorni sono stati a dir poco interessanti!
Son successe più cose in questa settimana che nel precedente mese, si vede proprio che “la primavera” ha voglia di esplodere!

Per cominciare: la giornata di lavoro condiviso dello scorso giovedì è stata un successo. Con un picco di 12 persone contemporaneamente presenti durante l’arco del pomeriggio abbiamo fatto insieme passi da gigante con i vari lavori (erano rimasti un po’ arretrati per via dei “monsoni”).
L’atmosfera è stata quella classica “imposta” direttamente dall’orto: giovialità, quiete, scambio di esperienze… sembra quasi che nell’orto sia vietato l’ingresso all’ego. Ogniuno porta ciò che può e che vuole nell’orto, senza forzature, senza fretta, e pare che questo basti per realizzare iniziative concrete. La cosa che più mi ha fatto sorridere di cuore è stato vedere un ragazzo di 10 anni più giovane di me che aveva preso ferie dal lavoro (!) per venire a lavorare nell’orto. La Terra chiama, e siamo in molti a sentirla evidentemente.
Son cose che ridanno speranza, nonostante le nefaste informazioni che vengono dal fronte della CO2 (vedi qui, e qui).
Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno calpestato la paglia in quel soleggiato giovedì!
Eccovi alcune slides, il video lo caricherò prossimamente su Youtube.

La pompa autoadescante da collegare alla bici intanto è arrivata, domani mattina arriverà una vecchia bici e lunedì tutto in macchina trattore con direzione Ciclofficina di Vicenza a vedere se il pazzo progetto è realizzabile o meno. Son fiducioso.

Ad Isola Vicentina invece sono letteralmente impazziti! In senso buono ovviamente.
In particolare le associazioni “Crescere Solidale” e “Famiglie Insieme” (con il saggio appoggio del Comune di Isola Vic.na) sono completamente in transizione. Credo che dopo Monteveglio sia il comune più in transizione di cui abbia notizia (magari ancora non lo sanno, ma è così! :)).
Il primo passo infatti è quello di riuscire a riallacciare rapporti costruttivi tra i cittadini, affrontando insieme problematiche locali o attivando iniziative benefiche per tutti. Hanno già abbondantemente superato quell’ostacolo mentale che dal “parlare” porta al “fare” e stanno diventando esempio per molti comuni attigui. Il risultato è che entrando in un bar potreste sentir parlare di orti sinergici o degli ebook + lavagna virtuale che hanno fatto adottare dalla scuola (risparmio di carta per l’ambiente, più economia per le famiglie e meno peso per la cartella dei bimbi) oppure potreste vedere due macchine che si incrociano per le strade di isola e tirando giù i finestrini i conducenti si informano in velocità su quali piante o semi hanno nella loro banca dei semi.
Il corso di Orto Sinergico promosso in quel comune ha visto quindi una adesione particolarmente accesa e appassionata.
Ero li come facilitatore, insieme a Marco Pianalto (Maestro di Permacultura) tra 30 persone, dai 6 anni ai 70, tentando di trasferire quel poco che ho imparato (ne ho ancora tante da imparare).
Dopo aver rimandato 3 volte per pioggia, il Cielo ci ha lasciato un pomeriggio intero per realizzare i primi 6 bancali nel cortile dello storico eremo. Ottima vista dalla collina, e simpatiche persone a cui vanno tutti i miei ringraziamenti per la fantastica esperienza che mi hano fatto vivere. Son quelle esperienze di cui si porta un caro ricordo nel cuore per tutta la vita. Qui alcune slides:

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Fosse finita qui! Non vi posso dare i dettagli al momento, ma sappiate che sono stato contattato da un importante ente/istituto medico. Se tutto va in porto potremmo finalmente riuscire ad avere in mano delle serie analisi dei prodotti sinergici.
Una cosa che mi pesava infatti era dover dire che la verdura sinergica è più sana e nutriente …. ma non potendo avvallare con numeri alla mano QUANTO più sana e buona sia.
Se per la semplice “bontà” possiamo affidarci direttamente alle nostre papille gustative, più complesso è determinare la differenza di apporto nutritivo tra un pomodoro sinergico e uno industriale (o uno biologico). Beh, questo ente potrebbe rispondere a questa necessità! Vedremo anche qui come evolverà…

Ci sono altre importanti novità, domani o nei prossimi giorni le posterò.

Pomeriggio nell’Orto Sinergico

Giovedi 9 Maggio 2013 siete tutti invitati ad un pomeriggio di lavoro comunitario nell’Orto Sinergico.
L’invito è rivolto a tutti coloro che hanno seguito il corso di orto sinergico ma anche a chi è inesperto ed è semplicemente incuriosito da questa rivoluzionaria forma di agricoltura naturale che non richiede trattori, fertilizzanti o pesticidi.
TEMPO PERMETTENDO, impareremo insieme cosa c’è da fare nell’orto sinergico per ripartire dopo il lungo inverno: vedremo come e dove si trapiantano le varie piantine, come si ripacciama il bancale con la paglia, come trattare le piccole insalate nate nella serra… e tanto altro, in giovialità e serenità immersi in una cornice naturale meravigliosa, senza scadenze o stress.
Darete così il vostro contributo per materializzare questa importante iniziativa.
Tornerete a casa magari un pò stanchi, ma rasserenati e col sorriso nel cuore… garantito!
Chi vuole può portare qualche spuntino da condividere insieme, preferenza a cibi vegani/vegetariani, ma sarà previsto anche un “angolo peccatorum” con sopressa e pan biscotto a km zero. 🙂
Non serve alcun attrezzo, ricordatevi giusto di portare una bottiglia di acqua e dei guanti (se non volete usare le mani nude!)
Vi aspettiamo in orto giovedì 9 dalle 14.00 alle 18.30, chi vuole può venire anche per solo un ora, senza impegno!
Per motivi organizzativi è gradita la conferma alla mail orto.cittadino@gmail.com
Le visite all’orto in quella giornata saranno sospese per poterci dedicare al 100% ai partecipanti.
Grazie anticipatamente a chi aderirà!

Lo Staff dell’Orto

Piante Felici

pioggia_soleErano anni che non si vedeva un tempo così ballerino e  per un tempo così lungo.
Il risultato è che molti contadini non riescono a lavorare la terra perchè è tutta impaccata dall’acqua.
Anche nell’orto sinergico, nonostante non serva arare, i lavori stanno andando avanti a rilento: per ora abbiamo messo nei bancali le piantine di pomodori ciliegino e cuor di bue, zucchine, prezzemolo, melanzane, cipolle, porri, erba cipollina, peperoni, fragole, tegoline, girasoli e fiori vari…
In arrivo (alcuni dalla serra altri dal vivaio): pomodoro giallo, tagete, nasturzio, insalate varie, biete coste, finocchi, cavoli e altro… fino a esaurimento dei cmq disponibili.
Troveranno spazio anche specie particolari, come la Luffa. I suoi frutti una volta essiccati possono essere utilizzati come ottime spugne naturali per la doccia o per le stoviglie. Un modo come un altro per reimparare ad autoprodursi “cose” di uso quotidiano.

Sempre concentrati nel ridurre il più possibile la  nostra impronta ecologica, (video– attivate i sottotitoli)  proporremo nell’orto oltre ai soliti corsi di orto sinergico anche svariati corsi su come autoprodursi  in casa detersivi, saponi, ammorbidenti, dentrifici… o altri trucchi/tecniche a “basso impatto” sia sull’Ambiente che sul portafoglio.

Grazie a chi ha fatto un libero contributo, a chi ha fatto da supporto morale con amichevoli parole / pacche sulle spalle, a Maurizio per il solito aiuto “fisico”… si va avanti insomma, con l’umore variabile come il tempo che fa…

Le uniche ben contente di questo tempo sono proprio le piante. Le vedo bene in forma e come può essere altrimenti, sole e pioggia nello stesso giorno per loro dev’essere un bel vivere e sicuramente un po’ facilita anche noi!  Nella fase di trapianto delle piantine infatti non è necessario passare con ettolitri di annafiatoi, “tanto piove” è il motto che va per la maggiore.
Nel frattempo la pompa è in arrivo e verrà collegata ad una bici. “Ciclofficine” di Vicenza ci aiuterà a realizzare questo “pazzo prototipo” di bici-pompa. Se funziona potrebbe essere una valida soluzione per tutti quegli orti in zone non servite da corrente elettrica! Ci sono anche i moduli fotovoltaici, lo so bene, ma vedere 4 grosse batterie in un orto naturale onestamente non mi piaceva, e secondo voi di questi tempi quanti giorni potrebbero “resistere” dei moduli fotovoltaici esposti in un orto semi-remoto lontano da occhi indiscreti?
Vedremo come evolve….

Alba o Tramonto?

alba

Ed eccoci al nostro secondo anno. Sapevo che sarebbe stato l’anno più duro, nel Sinergico funziona così.
Non mi aspettavo però che le difficoltà sfociassero anche in altre “sfere”.

Che sono in cassa integrazione da settembre 2012 non è un mistero. Quello che non tutti sanno, è che devo ancora vedere una “mensilità” (da otto mesi praticamente) perchè l’INPS temporeggia nell’invio degli arretrati.
Questa situazione di anomalia putroppo si sta riflettendo anche nell’Orto Sinergico, rischiando di mettere a repentaglio la possibilità di ripartire. Al momento la serra non riesce a fornirci tutte le piantine di cui necessitiamo (coprirà circa il 15% del fabbisogno).
Le finanze personali che ho messo a disposizione mi hanno permesso di arrivare fin qui, ma non sono sufficienti nell’immediato per acquistare i plateau di piantine necessarie, la pompa e altri attrezzi.

Faccio quindi un APPELLO con il cuore in mano a chi crede che sia ora di costruire delle alternative, a chi sogna da anni di vivere in modo differente  a chi capisce il valore di nutrirsi con prodotti SANI e LOCALI:

  • Se avevate già noleggiato un bancale l’anno scorso (prima di settembre) potreste  rinnovare la vostra quota annua per l’anno 2013 (40€/bancale)
  • Se non avete fondi ma curiosità e voglia di imparare  potreste venirci ad aiutare con i lavori, passando un pomeriggio di gioviale e rilassante lavoro “rurale”.
  • Se avete a cuore questo tipo di iniziative ma non avete il tempo di aiutare, potreste fare un piccolo libero contributo direttamente all’orto oppure tramite Paypal (cliccando QUI)

Aiutateci a sostenere il progetto! Che sia l’alba, o il tramonto di questa iniziativa (e di una serie di iniziative analoghe), dipenderà anche da voi!
Grazie di cuore a chi darà il suo contributo!

________________________________________________

Per contatti:
Mail: orto.cittadino@gmail.com
Skype: enricom75
Cell: 380-4104137