Posts Tagged ‘Natura’

Orto Sinergico: il sogno e il progetto


Questo video è dedicato a:

  • Tutti coloro che hanno sacrificato un po’ del loro tempo (o denaro) per aiutarci a realizzare l’orto sinergico cittadino di Vicenza
  • Antonio De Falco che ha lavorato alla diffusione di questa tecnica agricola in Italia
  • A tutti i possessori di orti sinergici sempre disponibili a scambiare consigli e sementi
  • A Masanobu Fukuoka ed Emilia Hazelip per le loro intuizioni e sperimentazioni

Siamo ben consapevoli di essere solo all’inizio, tuttavia speriamo possa servire da stimolo affinchè partano altri “sogni” simili in altri comuni. E’ un sentiero che dovremo percorrere anche per liberare noi stessi e la terra dai pesticidi e fertilizzanti (che per troppo tempo hanno avvelenato i nostri piatti).  E’ ora di riguadagnare quella perduta “sovranità alimentare”, svincolandoci dalla grande distribuzione ed aumentando al contempo la nostra resilienza.
Questo vuol rappresentare giusto un altro pezzetto nel grande puzzle della transizione.

(Grazie Michele Rossi per il montaggio del video)

Annunci

Vicenza in Transizione

Se da tempo senti che “sta cambiando qualcosa”, se da anni ti rendi conto che siamo troppo dipendenti da forniture esterne,
se sei cosciente che l’attuale sistema politico, economico e sociale sia ormai a un bivio molto importante e ti rendi conto che la nostra resilienza è pressochè nulla, se ti sei stancato delle sole parole e vuoi metterti in gioco per cambiare le cose…..

Sei invitato sabato 23 Febbraio per la prima riunione ufficiale del movimento Vicenza in Transizione. Cristiano Bottone (facilitatore italiano della Transition Network) riporterà la sua esperienza nel comune di Monteveglio.

Sono invitate tutte le persone e le associazioni attualmente impegnate nel sociale e nel Cambiamento, l’intento è quello di fare rete organizzando e attivando iniziative concrete sul nostro territorio, unendo i nostri sforzi verso l’obiettivo comune.

Per scaricare la locandina con i dettagli: CLICCA QUI
Qui sotto potrete vedere il documentario IN TRANSITION 1.0 che racconta le prime esperienze di Transizione nel mondo.

Ecco le nostre vicine

Grrrrrrrrr!

Grrrrrrrrr!

Ed eccola qui in tutto il suo … ehmm… “splendore” una delle nutrie che vivono nell’isolotto al di là della risorgiva.

Bei dentoni vero? Questa volta non ho potuto liberarla vicino all’orto. Non siamo riusciti nell’intento di spaventarle e a dire il vero con il ringhio che faceva quando mi sono avvicinato e con quei due enormi dentoni, è stata lei a spaventare me! ^_^
Dopo un lungo viaggio in macchina è stata liberata lontano, sulla riva di un fiumiciattolo, lontano da case abitate. Ovviamente prima di arrivarci ho dovuto sopportare una decina di persone che mi urlavano: “Uccidila”, “Sparagli”, “Ammazzala” … neanche stessi trasportando una pericolosissima terrorista pluriomicida. Impareremo mai a condividere questa Terra con tutti i suoi occupanti (compresi questi brutti ma innocenti castorini)?

Anime che si cercano

Il lavoro del contadino sinergico ormai si sa, è un lavoro che ha sì a che fare con la Terra, ma è anche spesso un lavoro “psicologico” che mira a far accendere quella “scintilla” nelle persone che si avvicinano per la prima volta a questo tipo di agricoltura.
La sinergìa è dimostrato ormai che esce dai bancali per entrare e lavorare anche nel Cuore delle persone.

Ho notato che nelle persone che avevano già un certo tipo di sensibilità scatta “qualcosa” di chiaro e definito. La manifestazione di questo è che non ci si accontenta più di pensare, immaginare o progettare … si sente dentro il bisogno chiaro di mettersi in gioco, di realizzare alcune di quelle alternative che conoscevamo, di costruire materialmente (non solo nei pensieri) qualcosa di diverso. L’intenzione diventa Azione.
Ed ecco che molte Anime in fermento si cercano… vuoi perchè è difficile realizzare qualcosa da soli, vuoi perchè costruire qualcosa insieme è più piacevole e soddisfacente… vuoi perchè forse tutto sommato noi Umani non siamo molto diversi dalle Piante: abbiamo bisogno del prossimo, per andare in sinergìa con esso e per crescere più velocemente e meglio insieme, sfruttando in tal modo le passioni e le capacità di ciascuno.
Così facendo l’effetto complessivo aumenta, esattamente come nell’agricoltura sinergica.

Ora l’orto sinergico è diventato un punto di incontro per alcune delle prossime interessanti inziative, eccovi alcuni esempi:

Paola ha dei terreni a Schio, è una profonda amante della Natura ed è senza lavoro. Vorrebbe partire con una iniziativa simile sfruttando quei terreni ma sa che sa sola non ce la farebbe.
Gianni invece è di Schio ed ha fatto un corso di Agricoltura Sinergica. E’ un abile tuttofare e ha tempo a disposizione quindi era alla ricerca di un terreno per partire con una simile iniziativa.
Li ho messi in contatto durante il sopralluogo nei terreni di Schio e credo di non essere troppo ottimista se vi dico che l’anno prossimo partirà un orto sinergico cittadino anche a Schio!

Un altra meravigliosa possibilità è la seguente:
Giuseppe ha 4 ettari di terreno nei pressi di Costabissara. Non vuole più proseguire con il vecchio sistema agricolo industriale/chimico che distrugge la fertilità, la salute (e lo spirito). Vorrebbe fare qualcosa di produttivo ma più naturale possibile, solo che non ha grossi fondi da investire. Vorrebbe inoltre sfruttare il bel posto per creare qualcosa di diverso, di utile per tutti come ad esempio una fattoria didattica.
Marco e Luca invece sono due fratelli che qualche fondo messo da parte lo hanno, ma non se la sentono più di gettarli tra le sanguinolente fauci delle banche o di investirli in criminosi titoli dopati. Sono in cerca di un terreno: vorrebbero utilizzare quei fondi per realizzare qualcosa di “bello” e che dia una possibilità occupazionale in questo futuro incerto, per loro e per altri. Ho fatto quindi un sopralluogo in quei terreni (anche questo uno splendido posto) e ho individuato aree disponibili per realizzare tutte queste iniziative:
– Area “Orto Sinergico” con più di 600 bancali (….!!aiuto!! 🙂
– Area “Food-Forest” per produrre frutti tutto l’anno
– Area “Fattoria Didattica” con animali di ogni tipo
– Percorso didattico in mezzo al bosco attiguo (con tabelle dei nomi sulle piante, eventuale percorso avventura, sculture in legno, ecc…)
– Area “Terapia con gli animali – Onoterapia”
– Area pic-nic con tavoli, laghetti, amache, gazebo di bambù con leggeri tendaggi … poco più in là troveranno posto alcuni castelli gonfiabili per i bimbi (oltre al classico parco giochi)
– E’ già presente invece una stanza che potrà essere utilizzata per conferenze, ritrovi, meditazioni e corsi
– …..la lista continua ma vi lascio qualche sorpresa! ^_^
Sarà un luogo dove una famiglia potrà passare un fine settimana a contatto con la Natura e mentre i figli corrono liberi tra giochi, piante e animali, l’adulto potrà raccogliere i prodotti del suo bancale sinergico e mangiarsi un frutto raccolto da una pianta coricandosi comodo sull’amaca.
Anche questa è Transizione! L’effetto collaterale e positivo della “grande crisi”.

Credo dunque che il compito del contadino contemporaneo è e sarà anche quello di unire persone che hanno già acquisito un certo tipo di Coscienza, di sensibilità e che quindi non hanno come primo obiettivo quello di arricchirsi, incrementando le rendite ogni anno a tutti i costi. Quella logica deve cessare, e sta cessando nella Mente di un crescente numero di persone.
Se anche voi siete delle Anime alla ricerca, con simili obiettivi…mandatemi una mail e vi metterò in contatto!

Altre informazioni in ordine rigorosamente sparso:
– ho conosciuto meglio i ragazzi di Seminamore e visto che la pensiamo e la vediamo allo stesso modo, credo che a breve avremo altre novità da comunicarvi!
– il Movimento 5 Stelle di Vicenza ha raccolto di buon grado l’idea degli Orti Sinergici come opportunitò lavorativa, tanto da mettere gli orti sinergici in un programma politico ufficiale. Credo sia la prima volta che accade ma una cosa la so per certo: non sarà l’ultima! ^_^

Tornando invece al nostro orto sinergico cittadino di Altavilla:
I ritmi nell’orto sinergico stanno rallentando. Terminato di trapiantare le colture autunnali ora non resta che aumentare il “materasso” di paglia che terrà protette e nutrirà le radici di cavoli, broccoli, radicchi e tutto ciò che può resistere al nostro clima. Per ora l’autunno si è dimostrato clemente ma ovviamente le consegne stanno rallentando. In autunno si prevedono 3 cassette al mese e finora sto riuscendo a mantenere questo ritmo… dubito di mantenerlo a lungo visto che sta per arrivare la prima ghiacciata
Visto poi che la terra rimasta da preparare non è più lavorabile (spesso è troppo bagnata, tra un po’ comincierà a giacciare), non ci resta che dedicare forze per tutti quei lavori di abbellimento/sistemazione. Abbiamo finito di sistemare la copertura per le balle di paglia. Un complesso intreccio di bambù è ora diventato il nostro nuovo “ufficio” dove troveremo riparo durante i forti scrosci che accadono sempre più spesso durante questi ultimi raccolti autunnali.
Tutto sembra procedere bene insomma, qualche colpo di tosse di troppo ma tutto ok, anche il mio corpo d’altronde sta ricercando il suo Equilibrio dopo 5 anni di caldo e comodo lavoro d’ufficio. 🙂

Prossimo Corso: 27-28 Ottobre (ANNULLATO CAUSA MALTEMPO)

Continua la serie di corsi! Per i dettagli del programma vedi il post precedente (qui sotto).

Aggiornamento: prevista pioggia (buono per le piante, peccato per il corso) sabato mattina vedremo…
Aggiornamento 2: Corso Annullato causa maltempo e terra troppo bagnata

Prossimo corso: 20-21 Ottobre

Stiamo per raggiungere il numero minimo di partecipanti e tutto è pronto per il secondo corso di Agricoltura Sinergica.
Tempo permettendo, si terrà sabato 21 e domenica 22 Ottobre, sempre all’Orto Sinergico cittadino in allestimento ad Altavilla.
Questo è il programma:

SABATO
Mattina (9.30-12.30):
Presentazioni
Teoria: Storia dell’Agricoltura Sinergica. Cosa andremo a fare e perchè?
Pratica: Pulizia del terreno e primi preparativi
Pratica: Tracciatura e inizio allestimento bancali
PAUSA PRANZO: Pranzeremo insieme (chi vuole) presso pizzeria OK a Creazzo

Pomeriggio (13.30-18.00):
Teoria: la Fertilità e il ciclo Ossigeno-Etilene
Pratica: Allestimento bancali
Pratica: Allestimento impianto d’irrigazione

DOMENICA
Mattina (9.30-13.00):
Pratica: Rifinitura impianto di irrigazione
Pratica: Posizionamento tutori
Pratica: Le prime semine
Pratica: Posizionameno paglia
PAUSA PRANZO: Pranzeremo insieme (chi vuole). Rinfresco in orto con pietanze e bevande portate un po’ da tutti
Pomeriggio (14.00-18.00):
Teoria: Come e dove posizionare le varie colture
Pratica: Messa a dimora delle prime piantine

Chiusura: Consegna tabella delle consociazioni ed attestato di partecipazione e ringraziamento

COSTO:
Soci dell’Associazione “Partiamo da Qui” ovvero chi ha già adottato uno o più bancali: 25€ a persona (Pranzi esclusi)
Non soci: 50€ a persona (Pranzi esclusi)

NOTE:
Si prega di portare vestiario comodo, bevande e se ne avete badili, zappe, vanghe, rastrelli
In caso di imprevisti il programma potrà subire alcune modifiche che verranno tempestivamente comunicate nel blog.
Il corso verrà fatto al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.
In caso di pioggia il corso verrà rinviato al fine settimana successivo.

Per iscriversi basterà mandare una mail di conferma al solito indirizzo: orto.cittadino@gmail.com

Altri video aggiunti

Nella sezione Video ho aggiunto alcuni filmati che vi consiglio vivamente:

Introduzione alla Permacultura.
A mio avviso il miglior documentario sulla Permacultura. Ben fatto, chiaro e diretto.
(E’ suddiviso in 14 parti che scorreranno automaticamente. Mettetevi comodi!)

Vandana Shiva a Terra Madre
Vandana Shiva è una delle tante muse che hanno ispirato questo progetto. Qui la vediamo durante il suo intervento a Terra Madre del 2008.

Vandana Shiva e il ruolo delle Transition Towns