Sperimentando Sinergie

Questi ultimi giorni sono stati a dir poco interessanti!
Son successe più cose in questa settimana che nel precedente mese, si vede proprio che “la primavera” ha voglia di esplodere!

Per cominciare: la giornata di lavoro condiviso dello scorso giovedì è stata un successo. Con un picco di 12 persone contemporaneamente presenti durante l’arco del pomeriggio abbiamo fatto insieme passi da gigante con i vari lavori (erano rimasti un po’ arretrati per via dei “monsoni”).
L’atmosfera è stata quella classica “imposta” direttamente dall’orto: giovialità, quiete, scambio di esperienze… sembra quasi che nell’orto sia vietato l’ingresso all’ego. Ogniuno porta ciò che può e che vuole nell’orto, senza forzature, senza fretta, e pare che questo basti per realizzare iniziative concrete. La cosa che più mi ha fatto sorridere di cuore è stato vedere un ragazzo di 10 anni più giovane di me che aveva preso ferie dal lavoro (!) per venire a lavorare nell’orto. La Terra chiama, e siamo in molti a sentirla evidentemente.
Son cose che ridanno speranza, nonostante le nefaste informazioni che vengono dal fronte della CO2 (vedi qui, e qui).
Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno calpestato la paglia in quel soleggiato giovedì!
Eccovi alcune slides, il video lo caricherò prossimamente su Youtube.

La pompa autoadescante da collegare alla bici intanto è arrivata, domani mattina arriverà una vecchia bici e lunedì tutto in macchina trattore con direzione Ciclofficina di Vicenza a vedere se il pazzo progetto è realizzabile o meno. Son fiducioso.

Ad Isola Vicentina invece sono letteralmente impazziti! In senso buono ovviamente.
In particolare le associazioni “Crescere Solidale” e “Famiglie Insieme” (con il saggio appoggio del Comune di Isola Vic.na) sono completamente in transizione. Credo che dopo Monteveglio sia il comune più in transizione di cui abbia notizia (magari ancora non lo sanno, ma è così! :)).
Il primo passo infatti è quello di riuscire a riallacciare rapporti costruttivi tra i cittadini, affrontando insieme problematiche locali o attivando iniziative benefiche per tutti. Hanno già abbondantemente superato quell’ostacolo mentale che dal “parlare” porta al “fare” e stanno diventando esempio per molti comuni attigui. Il risultato è che entrando in un bar potreste sentir parlare di orti sinergici o degli ebook + lavagna virtuale che hanno fatto adottare dalla scuola (risparmio di carta per l’ambiente, più economia per le famiglie e meno peso per la cartella dei bimbi) oppure potreste vedere due macchine che si incrociano per le strade di isola e tirando giù i finestrini i conducenti si informano in velocità su quali piante o semi hanno nella loro banca dei semi.
Il corso di Orto Sinergico promosso in quel comune ha visto quindi una adesione particolarmente accesa e appassionata.
Ero li come facilitatore, insieme a Marco Pianalto (Maestro di Permacultura) tra 30 persone, dai 6 anni ai 70, tentando di trasferire quel poco che ho imparato (ne ho ancora tante da imparare).
Dopo aver rimandato 3 volte per pioggia, il Cielo ci ha lasciato un pomeriggio intero per realizzare i primi 6 bancali nel cortile dello storico eremo. Ottima vista dalla collina, e simpatiche persone a cui vanno tutti i miei ringraziamenti per la fantastica esperienza che mi hano fatto vivere. Son quelle esperienze di cui si porta un caro ricordo nel cuore per tutta la vita. Qui alcune slides:

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Fosse finita qui! Non vi posso dare i dettagli al momento, ma sappiate che sono stato contattato da un importante ente/istituto medico. Se tutto va in porto potremmo finalmente riuscire ad avere in mano delle serie analisi dei prodotti sinergici.
Una cosa che mi pesava infatti era dover dire che la verdura sinergica è più sana e nutriente …. ma non potendo avvallare con numeri alla mano QUANTO più sana e buona sia.
Se per la semplice “bontà” possiamo affidarci direttamente alle nostre papille gustative, più complesso è determinare la differenza di apporto nutritivo tra un pomodoro sinergico e uno industriale (o uno biologico). Beh, questo ente potrebbe rispondere a questa necessità! Vedremo anche qui come evolverà…

Ci sono altre importanti novità, domani o nei prossimi giorni le posterò.

Annunci

One response to this post.

  1. Posted by Michele on 13 maggio 2013 at 10:22 am

    Allora è stato un buon inizio 😉 Intanto sperò di aver dato un piccolo “colpo di sinergia” in più a questo grande progetto che da quanto vedo si espande anche in altri paesi…a presto…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: