Monteviale: Arriva l’Orto Cittadino Sinergico!

Con il patrocinio del Comune di Monteviale e in collaborazione con il gruppo G.A.S. Tartuga si procederà all’allestimento di un Orto Sinergico Cittadino nel territorio del Comune di Monteviale, un soleggiato paese adagiato sui colli Vicentini.

Cos’è un Orto Cittadino?
E’ un terreno locato nel nostro comune che verrà adibito alla coltivazione e alla vendita diretta di prodotti biologici di stagione. Potrete venire a raccogliere la vostra verdura direttamente nell’orto, camminando tra i filari di pomodori anziché tra i freddi banchi dei supermercati.

Perché un Orto Cittadino?
Il 40% del bilancio della comunità europea va all’agricoltura, o meglio a “quel tipo” di agricoltura industriale, quella che toglie lavoro, che usa pesticidi e avvelenano la terra. La logica della riduzione dei costi per incrementare il fatturato ha inoltre snaturato la terra con monocolture intensive e trasformato la verdura proveniente dall’agricoltura industriale in prodotti sempre più scadenti e quindi di fatto sempre meno “Alimenti”. Inoltre il 50% della verdura che vediamo nei supermercati proviene da altri stati/continenti. E’ giunto il momento di invertire la tendenza, di tornare ad un modello più sensato e più attento alla salute dell’Essere Umano e della Terra.

Perchè “Sinergico”?
Sinergico perchè in tal modo si riduce il consumo di acqua. Ricoperto da una pacciamatura di paglia che ne mantiene l’umidità, il  terreno dell’orto sinergico non viene mai girato perchè si arrichisce in breve tempo, sfruttando il lavoro dei lombrichi naturalmente presenti nel suolo e dei microorganismi quali batteri, funghi.  Le piante inoltre, attraverso gli essudati radicali, arricchiscono il terreno di sostanze che possono essere nutrimento per un altra pianta. Ed ecco da dove nasce la sinergia: nel saper apporre varie specie vegetali affinchè si sostengano e difendano a vicenda. Così mentre le leguminose rilasciano azoto nel terreno, altre si nutrono di esso… e mentre il timo o la menta allontanano la mosca cavolaia, la melissa migliora il gusto e l’accrescimento dei pomodori, che a loro volta sono naturali repellenti dei parassiti dei fagioli…. e così via. Le potenziali consociazioni sono migliaia e sono il risultato degli studi del Maestro Fukuoka, dell’agnonoma Emilia Hazelip unitamente a quelli del contadino Arthur Hollins. Altre informazioni potrete trovarle cliccando QUI oppure QUI e un po’ ovunque nella Rete.

Come funzionerà?
L’idea dell’Orto Cittadino non è di certo nuova. Sta già funzionando in molte città in tutto il mondo e rappresenta il primo vero passo concreto verso qualcosa di nuovo. E’ un mezzo per abbattere il concetto che tutto ci debba essere fornito da un lontano sconosciuto produttore. Il tutto è ancora in fase organizzativa e le vostre idee saranno preziose. Ad oggi si pensava ad un addetto a cui affidare la gestione dell’orto i cui prodotti potranno essere accessibili previo pagamento di un abbonamento mensile e per un quantitativo massimo settimanale. L’addetto preleverà la verdura richiesta, oppure preparerà delle cassette già pronte con verdura mista o sarà consentito prelevare la verdura in autonomia direttamente dall’orto.

A quelli tra voi che avranno tempo e voglia di aiutarci con la propria, preziosa manodopera, il canone mensile verrà ridotto in proporzione al tempo che metterete a disposizione, fino ad arrivare a zero spese.

Tutto qui?
No, non è tutto qui. Anzi, potrebbe essere solo l’inizio. Questa iniziativa è legata ad altre che verranno proposte man mano compatibilmente con l’interesse dimostrato sia da voi cittadini che dall’amministrazione pubblica, ad esempio:
Centro di compostaggio locale: noi cittadini potremmo pagare meno per l’immondizia visto che l’umido lo si potrebbe portare in questo “digestore” dove verrebbe trasformato in ottimo compost (e poi utilizzato nell’orto stesso e distribuito a chi ha già il proprio orto).
Laboratorio baby-orto: i bimbi delle scuole potranno toccare con mano questa “magia” della terra (troppo spesso trascurata) seguendola dal seme alle tavole (magari della stessa mensa scolastica).
Mercatino Cittadino: noi tutti in questo mercatino potremo portare i nostri “
prodotti-autoprodotti” (liquori, vino, pane o pasta fatti in casa, miele, tartufi, funghi ecc…) oppure i manufatti (lavori in legno, dipinti, libri, bigiotteria, ricami, ecc..) stimolando così l’autoproduzione locale, monetizzando le passioni personali e creando nel contempo un punto di aggregazione sociale e di scambio.

…… e molte altre buone idee, compresa la vostra!

Il volantino del progetto lo potete scaricare QUI

In questo momento stiamo raccogliendo le preadesioni per vedere quanti cittadini sarebbero interessati a questo tipo di iniziativa. La pre-adesione non è vincolante né impegnativa, ci serve solamente per capire indicativamente la dimensione dell’orto che sarà necessaria.

Se volete sostenere il progetto cliccate qui!

Advertisements

3 responses to this post.

  1. complimenti!!!!
    Ho degli attrezzi che vi potrebbero essere utili:come faccio a farveli avere???

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: